Cake pops, teoria e tecnica delle palle

come fare i cake pops
Ognuno di noi è stato mille cose diverse, molti, come me,
hanno anche fatto cose diverse.
Sotto la voce cibo attualmente mi barcameno tra 3 diversi
affari, ma fino a poco tempo fa e occasionalmente oggi, gli affari erano 4.

Si, l’epiteto cacofonico ed orrendo di cake designer era il
4° elemento.
Quando portavo le mie “creazioni” ad un evento e qualcuno
diceva: “oh, lei è la cake designer”  avrei puntualmente voluto fare PAF e
scomparire. Si, forse era il suono di quella parola ad infastidirmi, perché
oggi come allora so per certo che non mi vergognavo ne di essere fisicamente lì,
ne  tantomeno di quello che avevo fatto,
ma quell’appellativo mi provocava un prurito insopportabile e un gran disagio.
Quello che mi è rimasto di quell’esperienza, a parte una
buona mano da artigiana e un’attitudine per la preparazione dei dolci, è
sicuramente la passione per rendere il cibo una cosa bella oltre che buona.
Non ho mai preso una lezione, mai studiato per imparare, ma
da autodidatta credo di aver raggiunto dei buoni risultati e di avere anche
creato qualcosa da poter condividere.
Per anni, la ricetta dei miei cake pops, generalmente
chiamati con il più popolare nome di “palle” da tutti i miei clienti, è rimasta
rigorosamente segreta.
come fare i cake pops

 Le palle sono state il mio cavallo di battaglia,ne ho
preparate più di 5.000, di cui 1000 in soli 6 giorni e sono il must have di
tutte le feste che mi sono state commissionate.

A loro devo molta della mia clientela, quindi, anche se ora
ne produco sporadicamente per amici e figli, rimangono una preparazione cui
sono affezionata.
La settimana scorsa, facendo uno strappo alla regola (nel
senso che di solito rifiuto queste proposte e questa volta no), ho preparato un
catering dolce e rustico per una festa di compleanno e mi sono ritrovata a tu per
tu con vecchie passioni.
come fare i cake pops
Dopo aver pubblicato un video di me che preparavo i cake
pops, sono stata subissata di richieste per avere la ricetta di queste pallette
così perfette.
In effetti mi è capitato in più occasioni di assaggiarne, ma
mai che li trovassi anche solo simili nell’aspetto o nel gusto ai miei.
Si, per una volta non vi racconto di me, ma solo di come
preparare una ricetta con tutti i trucchi perché il risultato sia esteticamente
perfetto e gustosamente ineccepibile.
Le regole per ottenere dei perfetti cake pops sono 4:
1)  
non usare il pan di spagna per questa
preparazione.
 Il pan di spagna,
oltre a non avere ne il giusto gusto, ne la giusta consistenza, è privo di
burro, elemento fondamentale per dare la giusta forma e compattezza alla sfera
2)  
la crema da aggiungere all’impasto non deve
essere burrosa o deperibile:
si a marmellate di frutta, no a creme a base
di uovo, no a creme fresche a base di latticini
3)  
i cake pops non vanno conservati in frigo:
essendo l’impasto burroso il frigo lo indurirebbe, inficiando sulla consistenza
che risulterebbe dura e poco piacevole.
4)  
Potete usare sia stecchette di carta (massimo
15 cm di lunghezza) che di legno, ma in ogni caso prive di punta a spillo
(se
usate dei comuni spiedini, tagliate la punta)
https://instagram.com/p/306B09uh2g/?taken-by=thebigmessedupmum
Le regole sono poche, i trucchetti qualcuno in più.
La ricetta e le quantità le trovate in fondo all’articolo,
mentre procediamo ora alla
descrizione della preparazione delle palle.
Una volta pronto l’impasto, dovrà essere completamente freddo,
prima di essere sbriciolato (potreste prepararlo la sera prima)
Quando dico sbriciolato, intendo esattamente un insieme di
briciole fini, quindi non siate approssimativi durante questo passaggio e
verificate che non ci siano pezzetti più grossi che potrebbero rovinare
l’aspetto estetico delle palle e non amalgamarsi bene alla crema.
Per questo passaggio, dovrete limitarvi all’uso delle mani,
sfregando piccole porzioni di torta fino appunto a ridurre il tutto in
briciole.
Una volta che avrete finito, è il momento di aggiungere la
marmellata. Le dosi indicate sono piuttosto precise, ma quello che dovrete
ottenere è un impasto simile a quello delle polpette, non troppo carico di
crema, non appiccicoso, ma abbastanza amalgamato da non sbriciolarsi, quindi se
non dovesse essere così, aggiungete un cucchiaino alla volta di marmellata,
amalgamate bene e verificate la consistenza.
Per preparare la pallina, rivestite di carta forno una
leccarda, prendete una porzione di impasto (se volete ottenere delle palline di
misura uniforme, usate un dosatore per gelato per prelevare sempre la stessa quantità),
applicate prima una pressione all’impasto in modo da compattarlo bene e poi
procedete a formare una pallina con entrambe le mani.
Una volta che le palline saranno tutte pronte, riponete in
frigo per almeno 2 ore oppure se volete separare la preparazione dalla
copertura al cioccolato, anche tutta la notte.
Sciogliete a bagno maria o utilizzando il microonde, circa
300 gr di cioccolato fondente (più amaro e buono è il cioccolato e più buoni
saranno i vostri cake pops) e trasferitelo in un contenitore non troppo
capiente che vi permetta  di immergere
completamente la pallina.
Infilate la stecchetta delicatamente al centro della pallina
e compattate un po’ l’impasto attorno all’imbocco della stecchetta, poi
immergete la pallina nel cioccolato, rigirandola in modo da sigillare la
stecchetta (per le immagini video vi rimando a questo link di instagram,dove se non mi seguite ancora siete i benvenuti J)
e sbattendo sul bordo del contenitore, fate cadere l’eccesso di cioccolata,
rigirate ancora, sbattete un’ultima volta per rendere la cioccolata uniforme (se
interrompete questa operazione riponete in frigo le palline, perché se
l’impasto diventerà troppo morbido, quando aggiungerete il cioccolato è
probabile che tenda a cadere o a rompersi – l’impasto deve essere freddo) e poi
potete procedere in due modi:
se la temperatura esterna è molto calda come in questo
periodo, io vi consiglio di metterli a testa in giù su carta forno a lasciarli
asciugare.
Se la temperatura è fresca o meglio fredda, allora potrete
servirvi di un polistirolo e lasciarli asciugare a testa in su.
come fare i cake pops
Teoricamente le vostre pallette sono pronte, ma bisogna
renderle pure belline, quindi dovrete procedere alla decorazione.
Lo so, su molti blog li avete visti pieni di zuccherini e
brillantini, ma qui no.
Io ve lo sconsiglio caldamente. Seppure il risultato finale
sarebbe carino (io stessa per dei matrimoni sono stata costretta ad usarne) vi
assicuro che sia il gusto che la consistenza ne verrebbero sfavorevolmente
inficiati.
Quindi io vi consiglio di sciogliere del cioccolato bianco
(cosa non semplicissima, ma se procederete in microonde per 10 secondi alla
volta e rigirando continuamente dovreste farcela), lasciarlo neutro o colorarlo
intingendo del colorante alimentare in gel con uno stuzzicadenti e mescolando
bene, riempiendo una sac a poche piccola e tagliando un minuscolo pezzetto
della punta ( proprio lo spazio per la punta di uno spillo).
come fare i cake pops
Premendo la sac a poche, facendo movimenti dall’alto vero il
basso con la cioccolata e rotatori con la stecchetta, dovreste ottenere dei
decori come quelli che vedete nella maggior parte di queste foto. Sembra
difficile, ma sono sicura che dopo un paio di pallette la terza vi verrà
benissimo.
Se volete, potete comunque aggiungere degli zuccherini, ma
in quel caso, dovrete spolverarceli sopra quando il cioccolato è ancora fresco,
di modo che aderiscano.
Se desiderate fare delle palle bianche, sappiate due cose:
il cioccolato bianco è molto più dolce, quindi il sapore sarà più stucchevole
(io non lo preferisco, ma il bianco è obbligatorio ai matrimoni) e due, che
dovrete passare la palla nel cioccolato due volte perché il colore dell’impasto
sia coperto bene.
come fare i cake pops
Che dire, spero di essere stata piuttosto precisa e di
essermi spiegata precisamente, ma in caso di dubbi, come direbbe una blogger
navigata, sentitevi liberi di scrivermi o di insultarmi.
Prima di lasciarvi alla ricetta dell’impasto, sappiate che
il risultato saranno delle palline gustosissime che vi ricorderanno la sacher
torte, ma che se siete proprio delle addicted del cioccolato e della torta in
questione, potete anche usare l’impasto al cioccolato che trovate qui (io le
amo anche in questa versione).
È tutto, buone palle a tutti e fatemi sapere o chiamatemi
per le ordinazioni J.
come fare i cake pops
Dosi e ricetta per  20
cake pops
(da cuocere in una teglia rettangolare 15X20cm o circolare
con diametro 25)
Per l’impasto
170 gr di farina
150 gr di zucchero
130gr di burro morbido
1 cucchiaino di lievito (8 gr c.a.)
½ bacca di vaniglia o una bustina di vanillina
3 uova grandi
70 ml di latte
Per la copertura
300 gr di cioccolato fondente minimo 50%
100 gr di cioccolato bianco
colorante gel a piacere (facoltativo)
Per la farcitura 
80 – 100 gr gr di marmellata di albicocca (4 – 6 cucchiai
circa)
Nella ciotola della planetaria, inserite tutti gli
ingredienti secchi (farina, zucchero, sale ed eventualmente vanillina) e date
una mescolata.
In una brocca mescolate quelli liquidi (latte e uova).
Aggiungete il burro morbido nella ciotola, avviate la
planetaria con gancio a foglia a velocità media e quando sarà amalgamato,
versate in 3 tempi i liquidi, avendo cura di versare la dose successiva non
prima che la precedente sia ben assorbita.
L’impasto è pronto non appena gli ingredienti saranno
amalgamati e non ha bisogno di essere montato, quindi bastano pochi secondi.
Versate l’impasto in una teglia antiaderente (dovendola
sbriciolare non è necessario imburrare) 
e cuocete per circa 25-30 minuti a 180° o fino a che uno stuzzicadenti
inserito nel centro ne esca asciutto.
Tornate su e preparate i vostri cake pops, oppure usate
questo impasto per preparare degli ottimi cup cakes alla vaniglia ( in questo
caso basteranno circa 18-20 minuti di cottura).
 p.s. tutte le foto che compaiono in questa pagina sono di mia proprietà e soggette quindi a copyright. Se vi occorrono chiedete pure, ma non rubate.

25 Comments

  • Che perfezione e che pazienza. Sono ammirata. Non penso che io ne sarei capace.
    Baci

  • vanilla ha detto:

    Grazie e complimenti per il tuo lavoro!!! Mi ritrovo nelle tue parole e sensazioni….ogni passione nel momento in cui la si vive…va vissuta pienamente traendo da essa il meglio………attraverso i ricordi belli come questi cake pops che sono il frutto di esperienza e di amore…complimenti

  • veronica.vlt ha detto:

    Grazie 1000…non sai da quanto cercavo una ricetta come questa!
    Devo farti un paio di domande però è mi scuso in anticipo x "la rottura" di scatole!;-)
    Ma il cioccolato lo sciogli da solo? Senza aggiunta di panna?
    Come mai unisci 2 tipi di ciccolato?
    E se volessi coprirli solo con il cioccolato bianco o al latte quanto ce ne vuole 400gr?
    Se volessi sostituire la marmellata con cosa posso farlo? (Non a tutti piace la marmellata!)
    Ultima domanda: posso sbriciolare la base nel food processor del Kenwood?
    Grazie in anticipo

    • lacaprino ha detto:

      ciao Veronica, innanzitutto grazie e sappi che le tue domande mi fanno solo piacere.
      Cioccolato: il cioccolato fondente va sciolto in modo assoluto, poiché se lo mischi alla panna verrebbe fuori una ganache che non si asciugherebbe mai completamente. Non unisco due tipi di cioccolato, ma ne uso uno (quello fondente) per la copertura e uno (quello bianco ) per i decori.
      se vuoi usare il cioccolato bianco per la copertura devi usarne circa 400 gr, perché ti consiglio di passare la pallina nel cioccolato due volte (lo fai una prima, asciughi e poi procedi alla seconda).
      Non ti consiglio di sostituire la marmellata di albicocche, anche perché mischiata all'impasto non avrà un sapore assoluto, ma uno nuovo e non troppo marcato (molti non si accorgono neanche della marmellata).
      in ultimo, puoi certamente usare il food processor, se intendi un mixer con le lame.
      fammi sapere se li fai, se ti sono piaciuti e come sono venuti con una foto.
      grazie ancora,
      Francesca

    • veronica.vlt ha detto:

      Io devo farne 40…che dici raddoppio la dose? E in che teglia mi consigli di cuocerla?
      Questa mattina sono pronta x mettermi all'opera…aspetto solo la tua risposta!?

    • veronica.vlt ha detto:

      Sto preparando l'impasto (x 50…prima ho sbagliato a dire 40) raddoppiando le dosi…spero sia giusta la quantità!
      Ma sbaglio o non c'è lievito?
      Io vado avanti e controllo sempre se mi hai risposto!:)

    • lacaprino ha detto:

      Il lievito c'è, spero di non essere arrivata troppo tardi. 1 cucchiaino colmo per ogni dose di impasto, quindi nel tuo caso 2. Mi ero persa il commento, perdono.

    • lacaprino ha detto:

      grazie per avermelo fatto notare, correggo anche la ricetta. Se hai bisogno ora sono collegata al pc (e ci starò per ore 🙂 )

    • veronica.vlt ha detto:

      Ehehe…dai almeno sono servita a qualcosa! 😉
      Io per sicurezza lo avevo messo!
      La dose che sto facendo va bene x 50 cake pops? (Ho raddoppiato tutto)
      Una volta fatta raffreddare completamente (in frigo o deve raffreddare a temperatura ambiente?) la torta e fatte le palline,devo metterle in frigo o in freezer x compattarsi x bene prima di passare al passo successivo? O non serve?
      E nel caso fosse da fare, è meglio farlo prima o dopo averle immerse nel cioccolato? O è indifferente la cosa?
      Eventualmente, x quanto tempo le tengo a raffreddare?
      E, se vanno a raffreddare prima, poi devo aspettare tornino a temperatura ambiente prima di intingerle nel cioccolato o posso/è meglio farlo appena uscite dal frigo/freezer.(meglio frigo o freezer?)
      Ultima domanda, io sto iniziando oggi (domani passerò alla decorazione perché è un po lunga quella che devo fare) e domani dovrei finire tutto, ma mi servono x domenica sera … Come li conservo?
      In frigo? O vanno a male (o perdono la giusta consistenza indurendosi o inumidendosi troppo) e quindi è meglio congelarli fino a domenica mattina?
      Perdonami x le infinite domande ma è la 1ª volta che li faccio e ho paura di fare macelli o doverli fare un miliardo di volte (e non ho il tempo) prima di avere il giusto risultato e, sinceramente, i tuoi consigli mi rassicurano un bel po'! 😉

    • veronica.vlt ha detto:

      N.B.= ti faccio notare un'altra cosa:
      Nella descrizion del procedimento parli di sale ma nell'elenco degli ingredienti non c'è… Va messo o no? Io ormai non l'ho messo!
      Da questo deduci quanta attenzione ho prestato al tuo meraviglioso post! 😀

    • lacaprino ha detto:

      Per il sale non importa, era un pizzico. Ma per il resto, trovi molte risposte nel post 🙂
      fai raffreddare l'impasto a temperatura ambiente (levalo dalla teglia e fallo in pezzi se vuoi velocizzare), poi sbricioli bene e aggiungi la marmellata, amalgama e poi formi le palline, lavorando bene l'impasto.
      considerato che ti servono per domenica, devi congelare le palline e riprendere i lavori sabato o al massimo venerdì.
      trasferisci le palle dal freezer al frigo due ore prima di cominciare e ricorda che devono essere fredde prima di intingerle nel cioccolato, poiché essendo un impasto burroso, è proprio il freddo a mantenerlo compatto e ad evitare che altrimenti cada dallo stecco quando lo metti nel cioccolato caldo.
      ti sconsiglio vivamente di congelarli una volta decorati, perché il cioccolato e probabilmente anche l'impasto ne risentirebbero.
      una volta decorati, se lo fai il giorno prima della festa, puoi lasciarli fuori dal frigo in un luogo fresco e ventilato.
      spero di essere stata chiara, ma sono sempre qui.

    • veronica.vlt ha detto:

      Chiarissima e soprattutto molto paziente! 🙂
      Quindi se li decoro 2 giorni prima (considera che sto facendo anche una torta quindi non posso completare tutto il giorno prima) non dici di tenerli in frigo fino all'indomani?
      Considera che io vivo in Sicilia ed oggi qui, alle 18:00, ci sono 33*!!
      Non si sciolgono tenuti fuori, con l'afa e l'umidità che ci sono qui, anche se tenuti in un luogo adatto?
      Ti giuro che ho finito… Non ti stresso +, anche xchè non vorrei farmi odiare!:-D

    • lacaprino ha detto:

      qui pure fa un caldo terribile, sempre a Napoli siamo. se li metti in frigo, tirali fuori una mezz'ora prima di servirli, perché al gusto la sensazione deve essere morbida e scioglievole.
      niente stress, buoni cake pops e buona festa!:-)

    • veronica.vlt ha detto:

      Grazie… Ti farò sapere il risultato!
      Se ti troverai dalle mie parti fammelo sapere… il minimo è offrirti una bella granita con brioches e panna x ringraziarti sul serio!

  • Manuela G. ha detto:

    Che dire…grazie mille di condividere la tua ricetta e la tua esperienza. Sei davvero bravissima come sempre e seguirti è un piacere! Mi sono già stampata il tuo post e me lo studierò bene bene per imparare!
    Un abbraccio
    Manuela

  • Lucia ha detto:

    Ciao..innanzitutto mi sembrano proprio perfetti i tuoi cakepops!! Oggi e’ mercoledi e io vorrei farli per domenics per la comunione di mia figlia..ma ho tempo di farli solo oggi fra tutti gli impegni…posso farli e metterli in frigo fino a domenica o vanno a male? Dal tipo di impasto sembrerebbe di no vero? Poi io devo farvi su dei riccioli di pasta di zucchero…li posso ricoprire di pdz vero?ahh..non trovo il link per l’impasto al cioccolato…li hai fatti anche scuri dentro? Grazie per l aiuto

    • lacaprino ha detto:

      Cara Lucia, perdonami se leggo solo ora il tuo messaggio. Io ti consiglierei di procedere oggi all’impasto e alla formazione delle palle, ma farli oggi per domenica mi sembra un po’ rischioso. Il mio consiglio è quello di formare le palle, metterle su di un vassoio con carta forno e congelarle fino al giorno prima della data della comunione.
      se ce la fai, posticipa la loro decorazione, oppure il mio consiglio è quello di posticipare la cottura almeno di un giorno.
      Per quanto riguarda la pdz per rivestire, devo sconsigliartela perché per i miei gusti diventerebbero oltremodo stucchevoli e quindi immangiabili. Mantieni il rivestimento in cioccolata fondente e attacca i riccioli di pasta di zucchero solo come decorazione (in modo che chi vuole possa eliminarli facilmente). In ultimo, con il tasto cerca nel blog, digita muffin al cioccolato e usa quell’impasto cuocendolo in teglia. Per qualsiasi ulteriore domanda fai pure e tanti auguri.
      Francesca.

  • Deborah ha detto:

    Il tuo post mi è piaciuto tantissimo! Proverò a farli in questo we per vedere se mi riescono per il battesimo della mia piccolina! Ho riletto il tuo post credo 4/5 volte…spero di riuscire!

  • Gabri ha detto:

    È possibile farli senza usare il cioccolato? Mio nipotino è allergico. grazie

  • Roberta Signoretti ha detto:

    Sembrano fantastici! Io ci sto provando. La mia piccola fa il compleanno sabato, tema della festa Minnie. In una foto vedo che ne hai fatti proprio per una festa simile. Come hai fatto le orecchie? Ho cercato dischetti di cioccolato o qualcosa di simile ma niente. Da quello che ho capito colori il cioccolato bianco con del colorante rosso per la decorazione, giusto? Grazie in anticipo delle tue risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *