Una formica in un barattolo – Pollo in salsa agrodolce

pollo in salsa agrodolce

Ero una persona ironica, spesso e volentieri divertente, ancora più spesso sarcastica.

Ora sono come una formica in un barattolo di zucchero.

Mi arrampico sui granelli, cerco di scalare la montagna diabetica e mi affanno con l’unico risultato di peggiorare le cose.

Sprofondo nello zucchero come nelle sabbie mobili del deserto e ne resto avvolta.

La verità è che sono felice.

Sono felice ed è un fatto che la felicità non so raccontarla bene come il dolore, la pena, la sventura e il malumore.

Questa non è una regola universale, non esistono solo “scrittori” tristi e depressi, ma è una regola che vale per me.

Durante l’adolescenza -la mia turbolenta e umoralissima adolescenza-, io mi isolavo dal mondo che non capivo e mi rinchiudevo nella mia camera, mi infilavo sotto le coperte con una luce bassa e leggevo.

Ho letto un libro dopo l’altro, ho vissuto mille vite, ho ignorato i problemi concentrandomi su un mondo di carta ed è stato il mio modo per sopravvivere all’infelicità.

Ma è un fatto che ho letto meno e scritto meno ogni qual volta la felicità ha fatto da chiave di volta per affrontare la vita.

Ora ho un pancione enorme, sento Tea (si è femmina e si questo sarà il suo nome) che si muove, mi sono rinnamorata di mio marito per la centesima volta e i miei bambini sono uno spasso.

La vita rimane lo stesso casino, i problemi gli stessi, le difficoltà le medesime, ma se ti senti come in un barattolo di zucchero, non tutto ti sembra catastrofico e ogni granello ingerito fa vivere meglio ogni momento potenzialmente e normalmente difficile.

Insomma anche questo blog che vive di ricette, ma che non prescinde mai dal mestolo così come dalla penna, ha subito un lungo stop per eccesso di felicità.

Mi scuso con chi magari ha sentito la mancanza di piatti e piattini o di rifocillarsi leggendo scemenze, ma non so se rammaricarmi di questa mancanza.

Sono pregna in tutti i sensi e felice come non mai.

Ritornerò sarcastica spero, ma non infelice.

Questo se non altro è un augurio che faccio a me stessa.

pollo in salsa agrodolce

Pollo in salsa agrodolce

Ingredienti:

1kg e mezzo tra cosce e sovra coscia

2 cucchiai di miele di acacia

il succo e la buccia di un limone grande bio

4 cucchiai di salsa di soia

1 cucchiaino raso di sale

1 cucchiaio di olio extra vergine

1 bicchiere d’acqua naturale

2 spicchi d’aglio

timo fresco (o ½ cucchiaino in polvere)

rosmarino (o ½ cucchiaino in polvere)

salvia (o ½ cucchiaino in polvere)

½ cucchiaino di pepe nero

pollo agrodolce passo passo

Se sognate un piatto gustosissimo la cui preparazione vi ruba 5 minuti e la cottura richiede assistenza minima, questo pollo in salsa agrodolce è senza dubbio la risposta perfetta a questa esigenza.

Se ci aggiungiamo che il pollo rimane tenero, succoso e che il sughetto agrodolce ha un sapore irresistibile anche per i bambini, questa ricetta si candida come il salvacena perfetto.

Cominciamo:

Lavate bene un limone bio e prelevate la parte gialla della buccia con l’apposito strumento o con un pela patate. Sbucciate l’aglio, e riducetelo in fettine.

In una ciotola riunite tutti gli ingredienti e mescolate fin quando non saranno ben amalgamati.

Prendete i vostri pezzi di pollo, intingeteli nella salsa, adagiateli in una teglia antiaderente e ricopriteli con tutta la salsa.

Infornate in forno già caldo a 200° e lasciate cuocere per 40 minuti.

Passato questo tempo girate il pollo, irroratelo con il succo e rimettete in forno per altri 20 minuti.

Riprendete il pollo, rigiratelo di nuovo, irroratelo di nuovo e completate la cottura passando da cottura statica a funzione grill per altri 5-10 minuti al massimo.

Servite subito accompagnandolo con la salsa.

Note: se cuocete il pollo senza pelle, aumentate a 3 i cucchiai di olio extra vergine.

Non aggiungete ulteriore sale, poiché è gia contenuto anche nella salsa di soia.

Se volete cuocere (ed è un consiglio che sento di darvi) il pollo accompagnato dalle patate, tagliate queste ultime a pezzi piuttosto grossi (questo per via della cottura un po’ lunga) e procedete come da ricetta, ma salando leggermente le patate e passandole prima nella salsa.

Se usate un petto di pollo a tocchetti, potete tranquillamente cuocere in padella per una cottura più veloce, ma più “assistita”.

pollo in salsa agrodolce

 

 

5 Comments

  • Sarà gustosissimo!
    E saperti felice è una bella cosa, goditi tutto.
    Ti abbraccio
    Francesca

  • Fra che bella questa tua versione dolciona e felice!! Tea è un nome bellissimo e saperti così felice e zuccherosa ci mette gioia 🙂
    Altra cosa che ci mette gioia è la visione di questo pollo che stamattina ci stava facendo svenire di fame davanti allo schermo…quella salsa deve essere una bomba!! Ricetta da provare sicuramente!
    Un bacione enorme a te e al tuo pancione

  • Marghe ha detto:

    Del resto, si dice o non si dice che è una “dolce” attesa. Goditi ogni grammo di questo zucchero, che non fa nemmeno ingrassare 😉
    Stringo te e tutta quella bella famiglia che siete in un abbraccio, virtuale sì, ma strettissimo”

  • tizi ha detto:

    La ricetta del pollo è meravigliosa e golosissima, ma passa in secondo piano in confronto alle tue parole che esprimono una grandissima bellezza, una gioia fatta di cose ordinarie, eppure rarissima e preziosa come nient’altro nella vita! Mia nonna quando vedeva una persona innamorata, felice e appagata diceva ‘ha il cuore nello zucchero’. Io ti auguro che il tuo ci rimanga il più a lungo possibile 🙂

  • wings of sugar ha detto:

    Tanti auguri 🙂 Tea è un nome fantastico 😉
    Ottima la ricetta del pollo, ha un aspetto veramente invitante 🙂
    a presto
    Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *